Archeonimi del labirinto e della ninfa by Francesco Aspesi

By Francesco Aspesi

I termini greci laburinthos e numphe appaiono formati su arcaici elementi lessicali che trovano riscontro in lingue semitiche nord-occidentali come l'ebraico. Sono quindi indiziati di some distance parte di un sostrato linguistico egeo-cananaico penetrato sia in greco che nelle lingue semitiche della regione siro-palestinese, durante le fasi di sedentarizzazione nel bacino del Mediterraneo orientale delle popolazioni parlanti questi idiomi. Tali elementi lessicali si trovano inseriti in un ristretto novero di altri termini comuni al greco e all'ebraico, tutti caratterizzati da una cospicua valenza sacrale che ne avrebbe giustificato l'adozione. in line with queste considerevoli valenze simboliche, laburinthos e numphe sono peraltro ancora vitali, nel rispetto delle specifiche corrispondenze fonetiche, in italiano e nelle lingue di cultura occidentali contemporanee. Labirinto e ninfa sono quindi nomi los angeles cui forma fonetica, elaborata dal greco a partire da materiale lessicale preesistente, attraversa i millenni e giunge a noi dalla preistoria linguistica del Mediterraneo orientale a seguito di una sorprendente catena di prestiti.I significati a essi propri conservano nelle numerose connotazioni, di cui si sono through through arricchiti, denotazioni originarie di story rilievo da farne le denominazioni di due fondamentali archetipi.

Show description

Read Online or Download Archeonimi del labirinto e della ninfa PDF

Best italian books

Firmino. Avventure di un parassita metropolitano

L. a. storia del topo Firmino che si ciba di libri in keeping with non morire di status ha incantato i lettori di tutto il mondo, che lo hanno eletto a simbolo di quella figura emarginata, ma ostinata, che è il lettore di romanzi nella nostra società. «Non ne potevo piú di topi. Sono ovunque: al cinema, in televisione, nei fumetti, nelle fogne sotto casa.

Il dossier della Domus divina in Egitto: Archiv Fur Papyrusforschung Und Verwandte Gebiete

Der Privatbesitz der kaiserlichen Familie stellt ein Thema von hoher Bedeutung fur das Studium des byzantinischen Reiches dar. Die Papyri erweisen sich als fruchtbare Quelle fur die Rekonstruktion bisher unklarer Aspekte der Verwaltung und der Ausweitung des Besitzes. Der Band prasentiert das papyrologische file der domus divina und unternimmt eine examine der Aufgaben der Verwalter sowie eine Identifizierung der agyptischen Guter und ihrer Angestellten.

Come si esce dalla società dei consumi. Corsi e percorsi della decrescita

Latouche riprende qui tutti i principali temi e le argomentazioni della sua riflessione sulla necessità di abbandonare l. a. through della crescita illimitata in un pianeta dalle risorse limitate. Non si tratta, a suo giudizio, di contrapporre uno sviluppo buono a uno cattivo, ma di uscire dallo sviluppo stesso, dalla sua logica e dalla sua ideologia.

Extra resources for Archeonimi del labirinto e della ninfa

Example text

Dettagli meandriformi delle due piante. Temenos sud-arabico di Jebel Balaq alJanubi. 30 Kylix attica firmata da Aison (Piatto di Vulci). ‘Bacino lustrale’ dalla tipica pianta a meandro annesso agli appartamenti reali del palazzo di Festo ( fotografia dell’autore). 2 Lineare A (-)du-pu2-re Il sempre maggior numero di segni che, presenti nelle due scritture lineari cretesi, possono essere con buona certezza letti in Lineare A con i valori fonetici che essi presentano in B, autorizza ragionevoli tentativi di rendere foneticamente trasparenti altri segni comuni ai due codici, fermo restando l’onere della prova al momento di affermare nuove sicure equivalenze fonetiche sottese ai due codici grafici70.

Anche il gebuseo Ornan stava battendo il grano nel suo gōren quando David, su ordine dell’angelo sterminatore, gli si presenta per chiedergli ed ottenerne tale aia in acquisto, al fine di costruirvi un altare per gli olocausti111. Secondo 2 Cr. 3, 1, è sul gōren di Ornan il Gebuseo, «nel luogo che Davide aveva preparato», che «Salomone cominciò a costruire la casa del dio degli Ebrei a Gerusalemme, sul monte Moriah». Più che di una vicenda di sacralizzazione in epoca monarchica del gōren, cioè dello spazio dove si rinnovano annualmente le incombenze successive al raccolto dei frutti della terra, in primis la trebbiatura e quindi la vendemmia, questi ultimi due passi della Bibbia sembrano testimoniare l’assunzione da parte degli Ebrei, in occasione della loro sedenterizzazione in terra canaanaica, di preesistenti riti connessi alla fertilità della terra e incentrati appunto sull’aia, sullo spazio cioè destinato all’ammasso e all’elaborazione del raccolto.

Di beni e offerte votive dell’Artemisio di Delo 141. La gevranoı, intesa come area attrezzata dalla quale provengono tali oggetti e verosimilmente quindi area utilizzata per la danza omonima, va tuttavia a mio avviso tenuta distinta dalla «cosiddetta gevranoı» (hJ kaloumevnh gevranoı), che pure figura sporadicamente in tali inventari. Nell’inventario del 279142 la «cosiddetta gevranoı» risulta conservata nel tesoro accanto a oJ o{rmoı oJ uJpoteivnwn uJpo; th;n gevranon: qualcosa quindi di trasportabile, forse una fune intrecciata o a una catena143 da distendere sull’area della gevranoı144.

Download PDF sample

Rated 4.83 of 5 – based on 16 votes